IC Collecorvino

AMBITO MOTORIO

Suola dell'Infanzia

Progetto – “A scuola-nuoto e gioco” (plesso di S. Maria) 

Tale progetto offre ai bambini un'opportunità unica ed innovativa. L'obiettivo primario è quello di vivere e scoprire nuove sensazioni ed emozioni e superare ansie e paure acquistando sicurezza e fiducia in se stessi e nelle proprie capacità; Inoltre, tale progetto si rivela come ulteriore opportunità per chi non ha la possibilità di frequentare un corso di nuoto fuori dal contesto scolastico.

Progetto “Karate” (Plesso di Picciano)
Scuola Primaria

Progetto “Sportiva…..mente”  (plessi: Centro Urbano, Villa Barberi, classi III – IV – V)

L’obiettivo educativo del progetto è quello di favorire e diffondere nella scuola, comportamenti leali e costruttivi, stimolando in tutti i protagonisti, la partecipazione attiva e responsabile all’attività motoria. Inoltre, altra importante finalità, è quella di sviluppare un'etica comportamentale, improntata al rispetto delle regole e dell'alterità, nei rapporti umani intrattenuti nei vari campi dell’agire (sociale, politico, sportivo,

Progetto “Scuola in Movimento” (plessi: Centro Urbano, Picciano, Santa Lucia, Villa Barberi)

Il Progetto “Scuola in movimento”, riservato alle classi I e II è nato da un Protocollo d’intesa firmato tra Regione Abruzzo, C.O.N.I. Abruzzo, Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo, Università di L’Aquila e Università “D’Annunzio” di Chieti/Pescara. La Regione Abruzzo, che finanzierà il progetto, ha come obiettivo rimario il perseguimento della tutela e del benessere del cittadino ed ha inteso avviare una collaborazione con i succitati Enti finalizzata alla promozione dell’attività motoria, di corretti stili alimentari e di vita nella Scuola Primaria.

 Progetto “Karate”  (Plessi di Picciano e di Santa Lucia)

Va sottolineata la forte valenza educativa di questo progetto, non solo in ambito motorio, ma anche sociale, in quanto gli alunni capiranno l’importanza di avere il controllo sui loro istinti ed emozioni, scegliendo in modo adeguato quando farli emergere con energia e creatività e quando invece reprimerli per il benessere del gruppo. Nello specifico, gran parte delle lezioni, verteranno sulla ginnastica posturale e sul Kata (concatenazioni di tecniche da effettuare in sequenza e col giusto ritmo, senza alcun tipo di contatto con l’avversario).